Manutenzione dell'orologio

La manutenzione degli orologi include diversi aspetti, come i meccanismi e la cassa in cui essi sono custoditi. Gli orologi sono soggetti a vari tipi di danni e subiscono l'influenza di diversi fattori. Quando indossiamo un orologio sul polso, esso riceve il calore del nostro corpo, e sotto il sole questa temperatura è anche più elevata. Quando togliamo l'orologio, esso si raffredda fino a temperatura ambiente. Questo sbalzo di temperatura danneggia il sistema lubrificante, causando logoramento e crepe.

La maggior parte degli orologi sono resistenti all'acqua fino a 3 atm o a 30 metri: questo non è abbastanza per nuotare, lavare la macchina o lavare i piatti. A causa del movimento nell'acqua, infatti, la pressione dell'acqua aumenta e ciò può causare l'ingresso di umidità all'interno dei meccanismi. L'umidità danneggia il sistema lubrificante dell'orologio e causa l'ossidazione delle parti in metallo. Nella maggior parte degli orologi vengono usati dei rubini artificiali come cuscinetti, nel punto in cui ruotano gli assi delle ruote. Questi rubini artificiali sono estremamente duri e praticamente non vengono mai danneggiati, ma possono causare logoramento e crepe agli assi che si muovono intorno a loro. Se questo accade, il meccanismo perderà la sua precisione. Un evento di questo genere si può risolvere solamente sostituendo il meccanismo.

Quando si indossa l'orologio, il sudore entra in contatto con la cassa. Il sudore contiene diversi acidi, che danneggiano le guarnizioni sul coperchio e possono danneggiare la corona, facendo entrare umidità e sporcizia all'interno dell'orologio.

Per gli orologi automatici resistenti agli schizzi e all'acqua fino a 3 atm, è consigliabile farli revisionare ogni quattro anni. Solo gli orologi resistenti fino a 5 atm o a 50 metri possono essere usati in acqua. Se si intende utilizzare frequentemente l'orologio in acqua, si consiglia un modello resistente fino a 10 atm o a 100 metri. Si raccomanda di far revisionare ogni 2 anni gli orologi resistenti all'acqua, per controllarne l'effettiva densità. E' possibile controllare da sé se il vetro e la corona non siano danneggiati e assolvano correttamente alla loro funzione. Se la corona appare ammaccata, non tiene il tempo o ha perso il suo colore, vuol dire che le guarnizioni sono da cambiare, se si vuole continuare ad assicurare la resistenza all'acqua dell'orologio.